Via Legione Antonini 173 36100 Vicenza 04441821040
Voto 0

Scrivi commento

  • Condividi su Facebook
  • Aggiungi ai preferiti
  • Segnala errore

Altri Negozi nelle vicinanze

Commenti

photo
Lauraedante (3 commenti) 2012-10-22 09:26:16

Ho fissato una visita in libera professione alla mia sesta settimana di gravidanza con la dott.ssa Marchesini, durante la quale: 1- alle mie normali domande riguardanti abitudini quotidiane (alimentazione, fumo, alcool, creme...) la dottoressa, anziché rispondere e spiegarmi, mi riempiva di volantini che avrei dovuto leggere. Potevo arrangiarmi in una libreria, no? Inoltre al posto di rispondere alle mie domande la dottoressa Marchesini continuava solo a ripetere che, data la mia età (30 anni) le possibilità di avere un figlio affetto dalla sindrome di down diminuivano rispetto a donne di 40 anni... Cosa che sapevo da anni.... 2- al mio medico di base mi aveva già prescritto gli esami classici da fare (emocromo, urine...) quindi, in occasione di questa prima (e ultima) visita con la dott.ssa, li avevo con me. Erano 3 facciate di esami.. Bastava leggerli... E invece la dottoressa Marchesini mi ha prescritto nuovamente il test di Coombs (che avevo fatto due giorni prima) dicendo che mancava e che, visto che il mio RH era negativo, avrei dovuto farlo... Io, non sapendo di cosa si trattasse e non avendo visto che era stato invece fatto, non ho detto nulla.. E il giorno dopo sono andata a ripetere l'esame. Quindi non ha neanche letto i miei esami! 3- avevo fatto il pap-test un mese prima, quindi quando la dottoressa ha chiesto se avessi dovuto fare la visita, gliel'ho fatto presente. Non sapevo (l'ho scoperto solamente dopo) si dovesse comunque fare per verificare che il collo dell'utero risultasse chiuso (e comunque per un controllo). Quando le ho detto del pap-test, la dottoressa ha risposto che non serviva.... 4- durante l'ecografia (fatta in maniera veramente brusca) ho chiesto, come ogni mamma vorrebbe, se si poteva sentire il cuore e la dottoressa non ci ha pensato due volte ad accendere il doppler. Solo successivamente ho saputo che, soprattutto all'inizio, l'utilizzo del doppler per sentire il cuore é fortemente sconsigliato. 5- il costo totale di questa visita é stato di 200 euro. Sono tornata a casa piena di paure, di volantini e con un sacco di domande irrisolte. Per fortuna poi ho trovato dei medici NON A PAGAMENTO grazie ai quali ho avuto una gravidanza magnifica. Non dubito certo dei suoi studi, ma credo che dopo una prima visita così... una possa nutrire dei forti dubbi in merito a qualsiasi dottore. Laura Guglielmi

Scrivi commento

Devi eseguire la login per poter scrivere un commento